IL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE

L'immissione dell'atmosfera auto-estinguente nell'ambiente avviene ad oggi, indipendentemente dalla dimensione dell'ambiente da proteggere, sempre in un punto di consegna unico, seguendo la filosofia che l’azoto immesso, tende a miscelarsi immediatamente ed uniformemente con l'atmosfera presente nel locale protetto, non tenendo conto tuttavia dei seguenti fattori:

L'ossigeno è più pesante dell'azoto e quindi, rispetto all'azoto tende a stratificare, facilitando la creazione di zone con diverse concentrazioni di ossigeno all'interno di uno stesso locale

La miscelazione dell'azoto introdotto al punto di consegna con il resto dell'atmosfera all'interno dell'ambiente avviene in un tempo finito non trascurabile, facendo sì che in ogni istante esistano concentrazioni di ossigeno residuo anche sensibilmente differenti fra loro

Non esistendo un ambiente perfettamente a tenuta, l’atmosfera auto-estinguente fuoriesce dall'ambiente da proteggere non solo attraverso le necessarie aperture di cui ogni ambiente è necessariamente corredato, ma anche da crepe, prese, canali elettrici, fessure ed in generale da una serie di altre aperture non previste, volute e/o considerate sia nella fase di progettazione che poi in quella di realizzazione. Questo fattore come i due precedenti, facilita la creazione di zone a diverso gradiente di ossigeno residuo.

Noi di ISOLCELL, avendo compreso questi fondamentali fattori, grazie ai numerosi impianti in atmosfera controllata installati sin dal 1958, abbiamo brevettato il sistema di distribuzione N2 FIREFIGHTER®, che neutralizza tali fenomeni, distribuendo l'atmosfera auto-estinguente in modo omogeno ottenendo così anche un'ottimizzazione del consumo energetico.